Pages Menu
Categories Menu

Posted by on set 29, 2015 in Novità | 0 comments

Cibo e musica si fanno arte

Cibo e musica si fanno arte

 

 

Quella parte d’Emilia

dove aleggia la musica

di Verdi, dove ancora

qualche tabarro vedi

andare nella nebbia;

dov’è tanta poesia

lungo i silenti 

filari di pioppi

fiancheggianti 

il Po.

 

Così il poeta Cesare Tessoni descrive la cittadina di Busseto, uno degli 8 Comuni in cui può essere prodotto il Culatello di Zibello Dop.
Con i suoi 7158 abitanti, a poco più di 35 km da Parma, è una cittadina ricca di storia e tradizioni.
Il suo nome è ormai inscindibilmente legato a quello del grande Maestro Giuseppe Verdi, che nacque a Roncole nel 1813 e qui visse fino ai 18 anni, quando partì alla volta di Milano, e quello di Giovannino Guareschi, giornalista, umorista e scrittore, famoso come autore di romanzi e racconti umoristici, padre di Don Camillo e Peppone, che abitò a Roncole dal 1952.
Ancora oggi il Comune della Bassa, che ospita tra gli altri la casa natale del Maestro, il Teatro che porta il suo nome, il Museo di casa Barezzi e il Museo Renata Tebaldi  è un punto di riferimento per gli amanti del melodramma.
Così come per gli amanti del Grande fiume Po, padrone incontrastato del paesaggio naturale della Bassa.
Musica, dunque, e natura. Ma anche eventi, come il famoso Carnevale di Busseto, ed enogastronomia, tra Musei del cibo e prodotti tipici.

“In queste terre il cibo diventa arte, cultura, poesia”.

 

casaverdi

 

comune di busseto

 

teatro di busseto

Post a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


− 3 = tre

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>